Museo Leonardo da Vinci Firenze

Museo Leonardo da Vinci Firenze - Museo Leonardo da Vinci

L'esposizione delle "Macchine di Leonardo da Vinci" si trova al centro della città, in una delle vie più rinomate di Firenze.
L'esposizione della "Collezione Niccolai" Artigiani Fiorentini  è composta da oltre 50 modelli, dei quali molti si possono usare nel loro funzionamento, distribuiti in quattro sale: una grande sala, in cui potete trovare le macchine civili, una dedicata alle macchine del volo, un altra alle macchine da guerra e la più recente alla collezione dei modelli anatomici.Il museo interattivo è particolarmente adatto alle famiglie e alle scuole. Ma importantissimo per chi vuole approfondire la conoscenza ingegneristica del grande genio. 
All' interno del museo è possibile visualizzare a grande schermo il documentario sulla vita e le opere di Leonardo.
Il museo è dotato anche di un area ristoro "Caffè Michelangiolo" convenzionato con l'ingresso della mostra e di un bookshop ricco di pubblicazioni e gadget.

Museo le Macchine di Leonardo da Vinci 

 Via Cavour 21 Firenze

Orari: 

tutti i giorni 9,30-19,30  orario continuato

alle ore 19,00 chiusura dei biglietti di entrata alla cassa
 Prezzi:

Intero 7,00 euro
Ridotto 6,00 euro
Scuole 4,00 euro
Gruppi superiori a 20 persone 4,00 euro
Offerta Speciale 8,00 euro con porzione di Pizza e bevuta compresa all' ingresso del museo 
con convenzione al Caffè Michelagiolo all' interno del museo

Collegamento Sito Ufficiale

Collegamento Sito Ufficiale - Museo Leonardo da Vinci

 

Biografia di Leonardo

La vita di Leonardo
15 Aprile 1452 -2 Maggio 1519

Da un amore illegittimo, il 15 Aprile 1452, nasce Leonardo ad Anchiano, piccolo paese nel vicinanze di Vinci. Il padre, Ser Piero, faceva parte di una famiglia di notai, mentre della madre ci resta solo il nome: Caterina. Leonardo crebbe tra le mura di casa e la sua educazione venne certamente data dalle persone più vicine, la nonna e la matrigna. 


Nelle campagne intorno a Vinci, Leonardo cominciò ad essere affascinato dalla natura, seguendo il volo degli uccelli, il funzionamento dei mulini. Ma ben presto la famiglia di Ser Piero, dopo la morte del padre, si trasferì a Firenze dove il giovane Leonardo cominciò la carriera notarile, ma con scarso successo; infatti in quel periodo Firenze era un cantiere a cielo aperto, ovunque venivano avviate opere architettoniche e artistiche, ed egli era incuriosito da ciò che succedeva nelle botteghe d'arte. Ser Piero decise così di introdurre il figlio in una delle botteghe più conosciute dell'epoca: quella del Verrocchio. Qui vi restò per otto anni. Per le sue spiccate doti pittoriche, già nel 1472 faceva parte della Compagnia dei Pittori. In quel periodo collaborò alle opere del maestro.

Il 1482 segna, per Leonardo, l'inizio di una serie di viaggi, che lo portarono a visitare molte corti dell'Italia fino a quella del Re di Francia Luigi XII. Il soggiorno presso la corte di Ludovico Sforza, dove si presentò come ingegnere, architetto, scultore, pittore e cantore, si protrasse fino al 1499. Proprio in questo periodo, Leonardo, dipinse alcune tra le sue opere più famose: l'Ultima Cena e la Vergine delle Rocce. Inoltre intensificò gli studi sulle macchine, sull'architettura, sull'idraulica, sull'urbanistica e sull'anatomia, trascorrendo notti intere nelle stanze mortuarie degli ospedali. Dopo la caduta del ducato, seguirono peregrinazioni che lo portarono a Mantova e Venezia. L'anno seguente fu di nuovo a Firenze ed in seguito al servizio di Cesare Borgia con l'incarico di ingegnere militare.

Tra il 1503 e il 1505 tornò di nuovo a Firenze e cominciò la sua opera più famosa: la Gioconda. Nel 1506 fu nuovamente a Milano dove si dedicò a tempo pieno a speculazioni scientifiche, studi biologici e fisici, ricerche anatomiche, idrologiche, geofisiche matematiche. Questi studi continuarono anche durante la sua permanenza a Roma. Nel 1517 Francesco I, figlio del Re di Francia, che ne apprezzava l'alto talento, lo volle alla sua corte. Qui passo gli ultimi anni della sua vita. Morì a Cloux il 2 Maggio 1519 all'età di 67 anni e fu sepolto presso la chiesa di Saint-Florentin in Amboise.

Nel suo testamento, Leonardo, lasciò tutti i suoi scritti all'allievo preferito: Francesco Melzi, mentre all'altro discepolo, Salai, lasciò i dipinti che si trovavano ancora nel suo studio, tra i quali la Gioconda. Questo è il sommario percorso di una vita eccezionale, intensissima, di prodigiosa attività, della quale ci rimangono pochi dipinti e una massa di scritti e disegni, residuo di studi e quaderni smembrati.
                           

Noleggio Esposizione Itinerante

Noleggio Esposizione Itinerante - Museo Leonardo da Vinci

La ditta Niccolai si rende disponibile per informazioni e preventivi per la realizzazione di mostre itineranti.

Gli spazi necessari possono variare dai 300 ai 1200 mq per mostre composte da 20,30 o 50 modelli. L’esposizione base è composta di: modello, porta dicitura in metallo, dicitura italiano e inglese abbinata al disegno tratto dal codice di riferimento.

Opzioni aggiuntive :

  • pannelli cm 200 x 70 con diciture e immagini nel tema del rinascimento e gli studi di Leonardo (anatomia, meccanica, architettura, idraulica, guerra, volo, ecc.)
  • Proiettore con documentario di history cannel sulla vita e opere di Leonardo ( molto indicata e apprezzata per le scuole)
  • Monitor 42 p. multimediali con animazioni in 3D di 50 modelli virtuali.
  • Bookshop con testi e gadget dotato di espositori e ripiani in legno.


L’esperienza ci insegna che una mostra ben allestita e arricchita delle opzioni soprascritte risulta molto apprezzata dal pubblico e per questo motivo che offriamo il pacchetto completo a costi contenuti.
Ci rendiamo disponibili, grazie ai nostri contatti con istituzioni museali ed esperti d'arte, alla realizzazione di conferenze sul tema durante il periodo d’esposizione.
La nostra mostra in Firenze è la sede ideale per incontrarsi e avere maggiore chiarezza di come poter realizzare il miglior progetto per una mostra di successo.

Laboratori Interattivi per adulti e ragazzi

Laboratori Interattivi per adulti e ragazzi - Museo Leonardo da Vinci

Grazie alla nostra esperienza e al nostro lavoro per i musei della scienza abbiamo costruito i “laboratori didattici” adatti al grande pubblico.

E’ la prima volta che sono stati concepiti i laboratori per un pubblico di tutte le età ed in questa occasione i più piccoli possono avere il primo contatto con l'arte disegnando e colorando le figure rinascimentali oppure assemblare le costruzioni di Leonardo, li abbiamo chiamati “W Leonardo" per la genialità che esprime nelle persone. 
I genitori seguono i propri ragazzi nella conoscenza dei principi meccanici.
I nonni spiegano ai propri nipoti le costruzioni e le grandi macchine che hanno fatto evolvere la civiltà umana.
Programmi virtuali 3D e documentari completano tutto il programma didattico dedicato a Leonardo da Vinci e l'arte rinascimentale.
 
Nel nostro sito troverete informazioni sul museo e le nostre attività, potrete approfondire alcune curiosità sul nostro lavoro e le attività con il pubblico.
contattateci e vi risponderemo al più presto.

Collezione Niccolai - Niccolai Collection

Collezione Niccolai - Niccolai Collection - Museo Leonardo da Vinci

Artisan Artist

Niccolai Carlo - Niccolai Gabriele
     
La "Collezione Niccolai" è composta da oltre 300 modelli costruiti singolarmente, derivati dagli studi dei codici di Leonardo da Vinci. Attualmente è la collezione dei modelli più grande del mondo dedicata al grande genio.
Le varie esposizioni in tutto il mondo, oltre un centinaio nelle più importanti città hanno reso famosa la collezione a livello internazionale. Ha inoltre contribuito di dare al pubblico di tutto il mondo una visione più chiara del Leonardo ingegnere e scienziato, che la maggior parte del pubblico fuori dall' italia lo considerava solo pittore. 
Ultimamente la collezione si è arricchita anche di modelli  dedicate ad  Archimede, Vitruvio e la tecnologia antica.